Caduta nell’oblio

Nell’Italia del dopoguerra molte realtà industriali cercarono di avventurarsi anche in campi diversi da quelli di loro pertinenza, nel tentativo di rilanciarsi o semplicemente per aumentare le proprie opportunità in un paese che stava risorgendo dalle proprie macerie. L’avventura della BBC partì proprio da questi presupposti, grazie alla volontà di Beretta, famosa per le sue... Continue Reading →

Parlami Maestro!

Non si può certo dire che la Maestro sia nata nel periodo migliore della Leyland, anzi, il gruppo era in piena ristrutturazione dopo la bancarotta del 1975, che aveva portato la società ad essere nazionalizzata. Per risolvere i problemi dell' azienda venne chiamato Michael Edwardes, il quale dette il via alla progettazione di una gamma... Continue Reading →

Bem PenSado

Quando si pensa al Portogallo, non viene spontaneo collegarlo al mondo dell’auto. Invece, tempo fa, grazie al mio amico Jorge, ho scoperto che anche il Portogallo ha una storia a quattro ruote: il Sado. Questa piccola vettura da città, può essere considerata Made in Portugal, poiché una buona parte dei componenti veniva appunto fabbricato in... Continue Reading →

La rivincita con Flavia

Nel panorama automobilistico italiano vi sono stati marchi esistiti per un breve lasso di tempo e dei quali rimangono poche notizie: CEMSA – Caproni è uno di questi. La Caproni era un’impresa attiva nell’aeronautica e nella costruzione delle armi, con sede a Taliedo, fondata nel 1910 dall’ingegnere e pioniere dell’aviazione Giovanni Battista Caproni. Nel 1932 l’azienda,... Continue Reading →

Il Range svizzero

La storia del marchio Monteverdi è legata all’ingegno e alla passione di Peter Monteverdi (7 Giugno 1934 – 4 Luglio 1998), che fin dall’infanzia visse tra le auto, prima nel garage del padre a Basilea, infine divenendo importatore della Ferrari per la Svizzera. Fu proprio dall’esperienza maturata negli anni, che un allora poco più che... Continue Reading →

L’auto dei due mondi – Part. 2

Nel precedente articolo, parlavamo del progetto C2 di Chrysler, e del ruolo fondamentale che rappresentava e, sicuramente possiamo affermare che aveva un compito difficile, poiché doveva essere in grado di attirare clienti completamente opposti in due diversi continenti. La Horizon europea a marchio Chrysler-Simca, ebbe un avvio di vendite positivo, per poi arrestarsi, soprattutto a... Continue Reading →

L’auto dei due mondi – Part. 1

Progettare un auto, per due mercati completamente diversi: questo era l'obbiettivo del progetto "C2" avviato da Chrysler nella prima metà degli anni 70. La vettura definitiva, per il mercato europeo, venne presentata nel 1977 e, il suo nome, era Horizon. La vettura era compatta, con una lunghezza di 3,96 m e, il suo compito era quello... Continue Reading →

Nuovo sito!

Benvenuti! Da oggi è online il nuovo sito di Storie di Vecchie Auto, completamente nuovo nel design e nei contenuti. La struttura web è suddivisa in 3 sezioni: La pagina Home, dove troverete tutti gli articoli visualizzati per data di pubblicazione (dal più nuovo al più datato) La pagina Marchi, dove sono racchiuse tutte le case automobilistiche trattate dagli... Continue Reading →

Isabella: il canto del cigno

L'avventura nel campo delle auto dell' intraprendente Carl Friedrich William Borgward, iniziò a Brema nel 1921. Fin dagli inizi il giovane Carl, appassionato di auto e fabbro, lavorò al progetto di una sportiva bicilindrica, ma bene presto dovette confrontarsi con risorse limitate, che lo portarono a ripiegare su un piccolo veicolo a tre ruote, il cui... Continue Reading →

WordPress.com.

Su ↑