Montego, the last one

Il Gruppo Leyland a metà anni '70, avviò la progettazione di quella che sarebbe divenuta nel 1983, l'Austin Maestro (Clicca QUI), dalla quale nacque l'anno successivo, la Montego, codice interno LM11. Entrambe le vetture, in un ottica di riduzione dei costi, erano chiamate a sostituire più modelli contemporaneamente e nel caso della Montego, quest'ultima doveva... Continue Reading →

Green & Forgotten: il futuro nel passato – Mazzieri e la Micron

Negli ultimi anni, a causa dei conosciuti scandali sulle emissioni e della necessità di ridurre l'inquinamento ambientale, l’idea dell’auto a propulsione elettrica è tornata alla ribalta. Tuttavia, come ho già scritto in altri articoli dedicati a questo genere di auto, lo sviluppo della propulsione alternativa al petrolio, si ritrova già agli albori dell’automobilismo, con esempi... Continue Reading →

La Mini di Alec

L'articolo che sto per proporvi, sicuramente, è un pò in contraddizione con i modelli trattati da questo format, il cui ricordo è quasi sempre legato ad una piccola nicchia di appassionati. Questa volta, tuttavia, analizzeremo la storia di un'auto che tutt'oggi, è ben presente nell'immaginario collettivo. Potrei esordire sottolineando che con il suo successo ha... Continue Reading →

A british car to beat the world – Pt.2

Riprendendo la storia della Austin Metro (Clicca QUI), dicevamo che nel 1990 venne presentata la sua erede a marchio Rover. Il gruppo iniziò già nel 1984 a lavorare sul progetto AR6, che si concluse nel 1986, dopo svariati prototipi e ad un passo dal lancio, in un nulla di fatto. La scelta di cancellare il nuovo... Continue Reading →

A british car to beat the world – Pt.1

Nella storia dell'auto, spesso e volentieri, abbiamo assistito alla nascita di vetture il cui arduo compito era quello di sostituire modelli, che nel corso della loro esistenza erano diventati dei veri cult. Ciò comportava che, a fronte di una importante immagine delle progenitrici, il modello che doveva andarle a sostituirle veniva spesso surclassato o, addirittura,... Continue Reading →

La Uno gigante

La Rayton Fissore nacque nel 1976 dalle ceneri della carrozzeria Fissore e, fin da subito, l'intento della nuova società di Cherasco, guidata da Giuliano Malvino, era quella di cimentarsi nello sviluppo stilistico di modelli per conto di committenti esterni. Furono presentati nel corso degli anni vari prototipi, tra i quali l'Alfa Romeo 75 Wagon e... Continue Reading →

L’ultima Talbot

Il marchio Talbot, fondato nel 1903 da Adolphe Clément con l'aiuto finanziario di Lord Charles Chetwynd-Talbot, rimase attivo dal 1905 fino a dopo il secondo conflitto mondiale, quando il gruppo Rootes, allora proprietario del marchio, decise di dismetterlo. Diverso il destino della divisione francese che, acquistata dall'industriale Antonio Lago, divenne Talbot-Lago e, proseguì la sua attività fino... Continue Reading →

Non solo Trabant

Quando si pensa alle auto della ex Germania Est, quella che spesso ci viene in mente è la buffissima Trabant, o Trabi per gli amici. In realtà, oltre al costruttore della celebre vetturetta di plastica, esisteva anche un'altra casa automobilistica il cui nome era Wartburg. Nata come Automobilwerk Eisenach (Fabbrica Automobili Eisenach) nel 1896, per volere dell'industriale Heinrich Ehrhardt,... Continue Reading →

Troppo Avanti

All'inizio degli anni 60, le vendite della casa americana Studebaker non andavano affatto bene e a niente era servita la fusione con la Packard del 1954; il destino dei due marchi sembrava ormai segnato. Le speranze vennero riposte in un nuovo progetto di vettura sportiva di lusso, il cui sviluppo era iniziato nel 1961 sotto la... Continue Reading →

WordPress.com.

Su ↑